fbpx

Qual’è il miglior firewall hardware per il tuo ufficio?

Miglior firewall hardware

Sicurezza informatica, l’importanza del firewall hardware

Prima di sapere qual’è il miglior firewall bisognerebbe capire alcune cose. La sicurezza informatica non può mai mancare in un dispositivo, sia che questo venga usato per questioni personali o per lavoro. I criminali informatici sono sempre dietro l’angolo e le informazioni della propria azienda vanno assolutamente protette.

Come farlo? Con l’installazione sulla propria rete lan di un firewall hardware, un dispositivo che si frappone tra la linea internet e la rete locale facendo da barriera tra il pc e le aggressioni della rete.

Negli ambienti aziendali e negli uffici un buon firewall hardware non può mai mancare, il valore dei dati e delle attrezzature in uso è alto e per questo la rete va salvaguardata nel migliore dei modi.

Spesso ci si chiede se un firewall software basti per proteggersi. La risposta è no. Quello hardware è un dispositivo fisico molto più complesso e completo del software, offre maggiore protezione alla rete, con maggiori servizi inclusi e la possibilità di proteggere più computer contemporaneamente. Unici due tasti dolenti sono il prezzo, molto più elevato del firewall software e una configurazione complessa.

Firewall hardware: WatchGuard, marchio storico  

Come si è ben capito è riduttivo parlare di un firewall hardware come filtro a virus e malware. Il suo compito va ben oltre. Letteralmente, infatti, è un “muro taglia-fuoco”, un dispositivo che analizza tutte le informazioni, i dati ed i file in entrata e ne blocca tutti quelli che risultano dannosi, pericolosi o sospetti.

I brand ed i modelli che oggi sono disponibili sono tanti e diversi, acquistabile online sui grandi colossi del web ma anche nei negozi dedicati. Tra tutti però c’è un marchio storico in questo campo, è il firewall WatchGuard.

WatchGuard è sicuramente uno dei migliori firewall hardware per ufficio che si può trovare sul mercato. Ha una storia lunga e importate alle spalle. Il primo dispositivo suo antenato è stato il Firebox, di colore rosso acceso, studiato a metà anni Novanta per rispondere alle prime necessità di sicurezza dei tempi.

Con lo sviluppo del World Wide Web il Firebox è diventato sempre più richiesto. Così la Mazama Labs Software, l’azienda che ha lanciato il firewall cambia nome in WatchGuard. E da lì una storia di successi che l’hanno portata in alto.

Firewall WatchGuard, perché utilizzarlo

Sulla sicurezza informatica non si scherza e lo abbiamo capito. E questo è tanto più vero più ci si riferisce agli ambienti di lavoro. Ma ogni business ha bisogno di opzioni e caratteristiche diverse e proprio in questo sta la forza di WatchGuard. Perché?

Ogni azienda può scegliere il modello più congeniale alle proprie esigenze, configurandolo secondo il bisogno, con o senza alcuni filtri, gestendo anche più operazioni sulla sicurezza e i computer da collegare o meno.

Altro grande surplus di questo firewall hardware è l’assistenza costate dopo l’acquisto. Unica pecca, per alcuni, potrebbe essere il costo abbastanza considerevole. Ma anche questo è relativo. Ci sono, infatti, diversi modelli per diverse fasce di prezzo.

I firewall di fascia bassa vanno benissimo, infatti, per piccole aziende composte al massimo da 10 dipendenti; quelli di fascia media, invece, sono indicati per compagnie non molto grandi che raggruppano dai 15 ai 30 dipendenti. Quelli di fascia alta, con specifiche avanzate e performanti, sono assolutamente necessari per grandi ambienti di business che non possono rischiare di avere nessuna falla nel sistema.