Come diventare consulente informatico?

Come diventare consulente informatico?

Consulente informatico: chi è?

Il consulente informatico è una figura che si occupa principalmente dell’installazione configurazione e anche della manutenzione dei sistemi informatici per organizzazioni e aziende.

Questa figura è sempre più richiesta nel mondo del lavoro, perché oggi società e aziende si focalizzano sull’uso di sistemi informatici più o meno avanzati.

Diventare consulente informatico prevede un percorso di studi molto lungo ma alla fine di questo si possono avere molte soddisfazioni dal punto di vista economico e finanziario.

Infatti, sono sempre di più gli enti e le imprese in campo governativo, economico, aerospaziale e automobilistico che vanno alla ricerca di questa figura professionale.

Grazie all’aumento dell’uso dei sistemi tecnologici, la figura del consulente informatico presenta competenze che si rivelano necessarie per riuscire a contribuire al buon funzionamento dell’azienda, delle imprese e organizzazioni.

Le caratteristiche fondamentali per lavorare in questo settore sono sicuramente: passione per l’informatica, capacità di comprendere i passaggi logici, conoscenze nel campo della progettazione e test dei software.

Queste competenze si possono ottenere mediante un determinato percorso di studi, ma vediamo qual è il percorso formativo consigliato per diventare consulente informatico.

Diventare un consulente informatico: il percorso formativo

Il lavoro del consulente informatico prevede un percorso formativo specifico, senza il quale è difficile riuscire a ottenere le giuste competenze per far fronte agli impieghi disponibili nel settore.

Questa figura per essere in grado di comprendere i test, lo sviluppo, l’ingegneria e la progettazione dei software deve intraprendere un percorso di studi universitario specifico.

Il corso di laurea che si può seguire in questo campo è Ingegneria informatica o ingegneria del software. Questi corsi di laurea offrono un percorso formativo e soprattutto un riconoscimento accademico necessario per effettuare questo lavoro come dipendente di aziende di grandi dimensioni, PMI, società governative ecc…

Oltre alla laurea per ottenere maggiori competenze e certificazioni, dopo questa si consiglia di conseguire anche dei master dedicati al settore che permettono di crearsi un profilo accademico di maggior rilievo.

La laurea e i master sono ideali per prepararsi dal punto di vista formativo, ma in questo settore è di rilievo anche l’esperienza sul campo.

Quindi si dovrebbero seguire tirocini all’interno di aziende o imprese che dispongono di un settore informatico, oppure si potrebbe iniziare a lavorare a progetti personali che riguardano lo sviluppo di software funzionali da mostrare all’interno del proprio portfolio quando si inizia la ricerca del lavoro.

Consulente informatico: quali i principali sbocchi lavorativi

Come anticipato, oggi la figura del consulente informatico è sempre più ricercata, inoltre sono molti i settori in cui è possibile lavorare dopo la laurea e le attività che si possono compiere.

Ad esempio, questo professionista può essere richiesto per alcune specifiche mansioni come: sviluppo di applicazioni, progettazione di nuovi programmi, progettazione di microprocessori, progettista informatico, analista dei sistemi informatici, sistemista hardware e software.

Tra le professioni di maggior ascesa che si possono intraprendere con una laurea in Ingegneria informatica troviamo inoltre: l’IOT Specialist, Consulente IT, il Data Scientist, il Coder, Robotica e il Cybersecurity expert. Infine, il consulente informatico in base al suo percorso può scegliere di intraprendere sia una carriera come dipendente all’interno di aziende e pubbliche amministrazione sia come libero professionista e quindi agendo come consulente esterno per più aziende e società.

Taggato con: ,